Link Sito Web Provincia di Salerno
BORSA MEDITERRANEA DEL TURISMO ARCHEOLOGICO Info
    Anno 1998 Anno 1999 Anno 2000 Web Links
 
  Provincia di Salerno : Prima Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico - Anno 1998 Paestum  
 

Home Page
 
  Scheda Contatto  
 

 
 

 
 

 
  Home Page  
 

 
 
Web Index
 
 
  Anno 1998  
  Anno 1999  
  Parco del Cilento  
  Paestum Image  
 



 
 
Previous Page
 
 

 
  Collaborazioni 1998

Collaborazioni 1999

Statistiche
 
 
 
Prima Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico
COMUNICATO STAMPA
Giovedì 12 Novembre 1998

Il Presidente della Provincia di Salerno, Alfonso Andria, ha inaugurato questa mattina a Paestum la Prima Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico in programma fino a sabato 14 ottobre.

"Il turismo archeologico e culturale - ha detto Andria - rappresenta una risorsa fondamentale per l'intero Mezzogiorno. La presenza qui a Paestum di circa 60 espositori provenienti da numerosi Paesi del bacino del Mediterraneo e da diverse aree dell'Europa ci consente di guardare con ottimismo agli sviluppi della manifestazione e delle contrattazioni che si svilupperanno a Paestum tra domani e sabato. I dati del sito della Borsa allestito su Internet dimostrano la validità dell'iniziativa. Dal 20 luglio ad oggi 29.700 utenti si sono collegati con il sito, negli ultimi sette giorni sono stati registrati 11.800 contatti. I collegamenti sono stati attivati dall'Italia, dalla Francia, dalla Germania, dalla Svezia, dalla Turchia, dall'Inghilterra, dall'Austria, dalla Spagna, dalla Svizzera, dal Belgio, dagli Stati Uniti, dal Messico, dalla Finlandia, dalla Danimarca, dall'Olanda e dall'Argentina. Il traffico telematico del sito è stato quantificato in 240.000.000 di caratteri trasmessi. Statistiche, dunque, di grande rilievo."

Il Presidente della ENIT (Ente Nazionale Italiano del per il Turismo) Amedeo Ottaviani intervenendo alla sessione inaugurale a Paestum, ha espresso apprezzamento per l'iniziativa della Provincia di Salerno che "potrà valorizzare - ha detto - uno dei segmenti della nostra cultura verso il quale è in atto un crescente interesse a livello internazionale". " Devo dire - ha aggiunto Ottaviani - che si è avviato un ciclo di sviluppo del turismo, ormai dal 1995, che ha avuto un ruolo fondamentale per l'economia nazionale. Mi limito a ricordare che questo ciclo ha riguardato - cosa che per l'ENIT è naturalmente prioritaria - in primo luogo il turismo proveniente dall'estero. Qui abbiamo avuto performance eccellenti: dal 1995 al 1998 i ricavi valutari hanno superato i 50.700 miliardi di cui ben 19.000 provenienti dal turismo culturale ed archeologico nel suo complesso" Ottaviani ha poi fatto riferimento ad una indagine sulle famiglie in 7 paesi europei e negli Stati Uniti che ha confermato che gli interessi culturali sono predominanti come motivazione al viaggio nel nostro Paese, con una costante tendenza verso l'aumento. "Questa indagine - ha specificato Ottaviani - conferma un'altra ricerca effettuata all'estero sul turismo organizzato in 12 Paesi, sulla base dei cataloghi di 145 tour operator, da cui si rileva che l'interesse culturale segna un incremento, particolarmente apprezzabile, e che comunque incide per il 32,3% sulle motivazioni dei viaggi in Italia". Ma Ottaviani non ha nascosto qualche preoccupazione per la forte concorrenza in atto da parte di altri Paesi.
"La concorrenza - ha concluso Ottaviani- non ci dà tregua. Intanto dobbiamo affrontare una fase critica per l'economia mondiale dovuta alle crisi finanziarie in Giappone ed altri Paesi Orientali ed in America Latina, ma anche i paventati rischi di recessione in Europa e negli Stati Uniti che possono influenzare l'interscambio turistico. C'è poi il problema di una concorrenza sempre più aspra da Paesi che stanno correndo per affacciarsi su questo grande mercato del turismo".

Alla sessione inaugurale della Borsa è intervenuto il Sottosegretario ai Beni Culturali On. Giampaolo D'Andrea che ha dichiarato: "Il turismo archeologico e culturale più in generale sono un riferimento importante per le politiche di valorizzazione del Mezzogiorno. La Borsa Internazionale del Turismo Archeologico è senza dubbio un esempio riuscito di intervento attivo nel settore". Rispondendo alle domande dei giornalisti D'Andrea ha poi accennato al potenziamento degli organici nell'ambito dei Beni Culturali. "I mille posti previsti - ha detto - per il potenziamento del servizio di apertura dei musei e delle gallerie d'arte sono un impegno al quale il Governo intende far fronte nel più breve tempo possibile. A tale scopo stiamo studiando la forma contrattuale più adeguata che avrà le caratteristiche del part-time, prendendo in considerazione anche alcuni aspetti più specifici delle collaborazioni continuative."

Alla sessione inaugurale sono intervenuti Pasquale Marino (Sindaco di Capaccio-Paestum), Antonio Pastore (presidente della Camera di Commercio di Salerno), Aurelio Finetti (Commissione Europea,Direzione Generale DGXVI ), Mario Valiante (Presidente Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali di Ravello), Vincenzo la Valva (Presidente parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano), Antonio Pagano (Commissario Ente Provinciale per il Turismo), Eugenio Loffredo (Commissario Azienda Soggiorno e Turismo di Paestum), Matilde Romito (Direttore dei Musei Provinciali del Salernitano), Giuliana Tocco (soprintendente Archeologo di Salerno, Avellino e Benevento), Angela Pontrandolfo (Direttore del Dipartimento di Analisi delle Componenti Culturali del Territorio della Università di Salerno).

Salerno Giovedì 12 novembre 1998


*** È possibile contattare la Provincia di Salerno al seguente Sito Web.
Lettera Presidente
Il Programma
L'Esposizione
I Workshop
Le Conferenze
1998-9-12
1998-9-13
1998-9-14
Atti Convegno
Comunicati Stampa
1998-9-12
1998-9-13
1998-9-14
 

Web Site Developer Rotospeed Multimedia | BorsaTurismo Info

Last Modified : Wednesday, 10-Mar-1999 17:47:52 UTC

Inizio Pagina